CASI CLINICI: ANALISI DIRETTA IN QUADRI DCD, DISTURBO VISUO-SPAZIALE E GRAFOMOTORIO, DALLA MATERNA ALLA SECONDARIADI PRIMO GRADO. APPLICABILITA’ DELLE STRATEGIE E INDIVIDUAZIONE DI PERCORSI RIABILITATIVI

Data:

4 e 5 novembre 2022

Luogo del corso:

Online

Docente:

Dott.ssa
Francesca Fietta

Crediti ECM:

18

 

Prezzo:

€ 200

Destinatario del corso: Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, Logopedista, Educatore Professionale, Fisioterapista, Terapista Occupazionale, Psicologo (Psicologia), Neuropsichiatra Infantile, Ortottista

Acquisizione competenze tecnico-professionali: Questo evento formativo, di secondo livello rispetto ai corsi DCD e competenze visuo-spaziali e DCD e abilità grafiche, riprende i temi della disprassia e delle difficoltà visuo-spaziali in un format didattico totalmente dedicato alla pratica. I corsisti potranno portare i propri casi clinici e discuterli in gruppo allo scopo di individuare modalità di applicazione delle strategie apprese in maniera specifica rispetto al singolo caso. Potranno, inoltre, pianificare gli obiettivi per l’intervento per casi proposti dalla docente e svolgere esercitazioni pratiche in maniera intensiva e su quadri clinici eterogenei.

La tipologia FAD offre la possibilità di creare questo spazio di lavoro, consentendo ai partecipanti di presentare agevolmente e in maniera più ampia i materiali, le produzioni grafiche, le valutazioni testologiche e gli esercizi dei propri pazienti, ma anche di lavorare sui casi proposti in un clima interattivo e dinamico.

Il corso si propone di individuare le strategie di trattamento, acquisire un sistema di ragionamento clinico mirato e individuare le domande corrette per la comprensione del disturbo del bambino e per pianificare il percorso individuale più idoneo.

Il corso è indirizzato ai professionisti che hanno già seguito almeno uno dei corsi di primo livello della docente sugli argomenti DCD e competenze visuo-spaziali oppure DCD e abilità grafiche in modo da partire da una base comune e da un linguaggio condiviso.

Il corso ha carattere pratico e, quindi, per l’inquadramento teorico si farà riferimento a quanto appreso nei corsi di primo livello.

I casi verranno selezionati in modo da consentire la presentazione di quadri eterogenei in un’ampia fascia d’età, dalla scuola materna alla secondaria di primo grado.